DELOCALIZZARE I CERVELLI

I laboratori vanno all'estero

I laboratori vanno all'estero

Dalla fuga dei cervelli, alla loro delocalizzazione. Secondo il rapporto 2011 di Mediobanca R&S sulle multinazionali, anche i centri di ricerca vengono sposti in paesi dove il personale costa meno. Dopo gli operai, si risparmia anche sui professori.

Il 22% dei centri ricerca nei paesi poveri
Se una impresa su cinque tra quelle internazionali ha un centro di produzione in una nazione emergente, nel 2010 il 22% dei centri di ricerca facenti capo alle multinazionali industriali europee erano nel secondo o terzo mondo, e simile è la percentuale per quelle del nord america (21,5%), piu’ bassa per le giapponesi (16%).

In Italia restano il 37%
Restano invece in patria il 25% dei centri di ricerca delle imprese europee, il 41% di quelli nordamericani e il 53% dei più tradizionalisti giapponesi. L’Italia conserva il 37% dei suoi staff di scenziati, al di sopra della media europea. Va peggio per la Germania, dove rimangono sul suolo nazionale solo il 16,5% dei ‘cervelli’.

Annunci
Explore posts in the same categories: Senza categoria

Tag: , , , , , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: