GGP, 160 A CASA PER VOLERE DELLE BANCHE

Un rasaerba Ggp

Un rasaerba Ggp

Arrivano i rasaerba lowcost dalla Cina e la Ggp di Castelfranco (Tv) teme di rimanere schiacciata dalla concorrenza. Così ha deciso di delocalizzare una parte delle linee produttive in Slovacchia, licenziando 163 operai italiani.

Direzione a Castelfranco, linee in Slovacchia
Il nuovo piano industriale, arrivato dopo un aumento di capitale, prevede l’accorpamento nella sede trevigiana della società commerciale Ggp Divisione Italia Spa, prima a Santa Lucia, confermando gli stabilimenti di Castelfranco e Campigo come quartier generale per l’Europa. Vi rimarranno attivi ricerca e sviluppo, commerciale, amministrazione, oltre a una parte rilevante della produzione. Il resto, però, finirà a Bratislava.

Le banche dietro l’operazione
L’azienda, con gravi problemi economici, è stata rilevata da un gruppo di banche creditrici. Intesa San Paolo, Credit Agricole e Bnp Paribas nel 2009 vantavano buona parte dei 327 milioni di crediti, passati a 254 nel 2010, quando la perdita di bilancio è stata di 10 milioni. Sono loro ad aver deciso la delocalizzazione.

La “Pomigliano” del Veneto che fece discutere
La Ggp aveva già fatto parlare di sé quando nel 2010 l’amministrazione aveva proposto un investimento da 24 milioni di euro fino al 2012 in cambio di una deroga alla legge che prevede l’assunzione obbligatoria a tempo indeterminato dei lavoratori a termine dopo 3 anni di lavoro continuativo in azienda. La Fiom votò contro, Uil e Cisl accettarono. Venne fuori che il 55% dei lavoratori era straniero, e la quota aumentava tra i precari.

Il caso della leader svedese
Adesso la società vuole evitare di fare la fine della svedese Husqvarna, leader del settore, che capitolò con l’arrivo dei concorrenti cinesi. A quel punto decise di spendere 20 milioni di euro per delocalizzare in Polonia.

Annunci
Explore posts in the same categories: Ggp

Tag: , , , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

2 commenti su “GGP, 160 A CASA PER VOLERE DELLE BANCHE”

  1. mifax Says:

    ciao nella vostra lista manca il gruppo Cedacri che ha iniziato la delocalizzazione in Moldova


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: