TREVISO, IL PROF CONSIGLIA: DELOCALIZZARE

Treviso

Treviso

Delocalizzare come soluzione a tutti i problemi. A dirlo non è l’ultimo degli industriali, ma addirittura il presidente del comitato scientifico dell’Osservatorio, economico della provincia di Treviso, Paolo Feltrin. E in “tutti i problemi” si inserisce pure l’arrivo di nuovi immigrati.

Treviso, cassa integrazione al +942%
L’occasione è stato l’incontro dell’Osservatorio, in cui sono stati presentati i dati sulla situazione economica della provincia. In breve:  cassa integrazione straordinaria volata al 942% nel primo trimestre dell’anno, 21mila disoccupati (cioé senza neppure la cassa integrazione), ben oltre le previsioni, circa 2.900 nuovi contratti a cittadini cinesi nel 2009 solo quattrocento in meno rispetto al 2007, cioè -13%, mentre per gli altri, italiani compresi, il calo è del 24 per cento.

Feltrin: giovani e imprese andate all’estero
Così Paolo Feltrin, docente dell’Università di Trieste, dopo aver invitato i giovani ad andarsene dall’Italia, ha fatto la stessa cosa con le aziende. «Un processo che non va criminalizzato», ha detto, perché produrre all’estero “favorisce l’internazionalizzazione delle produzioni trevigiane” e riduce l’arrivo di nuovi immigrati.

Forse non ha pensato che se le società delocalizzassero e i giovani se ne andassero, rimarrebbero soltanto i cinesi.

Annunci
Explore posts in the same categories: Senza categoria

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: