BIALETTI, LA MOKA SI TRASFRISCE IN CINA

La celebre caffettiera prodotta ad Omegna

Cina, risparmio garantito
Lo scorso 7 aprile, la Bialetti Industrie Spa ha comunicato la decisione di chiudere lo storico stabilimento di Omegna (Verbania) entro il prossimo 20 giugno. Si tratta del primo polo  nella storia dell’azienda, in cui per anni sono state prodotte le celebri Moka Espresso. Di conseguenza 132 dipendenti saranno messi in mobilità per poi essere definitivamente licenziati. La fabbrica sarà infatti spostata in Cina, con l’obiettivo di decurtare i costi della manodopera e recuperare competitività in un mercato sempre più egemonizzato dalle caffettiere asiatiche.

L’ultimo caffè
Presidi davanti ai cancelli, scioperi e assemblee non hanno sortito alcun effetto. Così, il 27 aprile, è andata in scena una protesta dalla marcata carica simbolica. Una cinquantina di operai della Bialetti si è riunita in presidio a Torino, in Piazza Castello, proprio davanti la sede della Regione Piemonte. Lì i lavoratori hanno servito gratuitamente ai passanti gli ultimi 400 “caffè made in Italy”. Un modo per richiamare l’attenzione della gente e scalfire il muro del silenzio che circonda storie come questa.

L’azienda è irremovibile
Il 28 aprile, presso il ministero dello Sviluppo economico, si è svolto un incontro in cui tutte le componenti convenute (istituzioni locali, regionali e nazionali, organizzazioni dei lavoratori e delle parti artigianali) hanno presentato unanime richiesta affinché l’azienda modifichi la decisione di delocalizzare e organizzi un piano che renda più competitiva la fabbrica di Omegna. La risposta dei vertici della Bialetti è stata però negativa, in quanto gli unici punti di cui si sono mostrati disponibili a discutere riguardano indennizzi ed ammortizzatori. Il ministero ha quindi fissato un nuovo confronto per il 12 maggio impegnandosi, nel frattempo, ad ammorbidire la posizione della società. L’happy end sembra, ancora una volta, pura illusione.

Annunci
Explore posts in the same categories: Bialetti

Tag: , , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: